Se hai già un account accedi per vedere i contenuti riservati agli iscritti.
Se invece non sei tra i membri ma vorresti diventarlo, invia la tua candidatura per unirti a noi!
UNISCITI A NOI!
Soluzione
Il primo beneficio è sicuramente la pastorizzazione, oltre al fatto che in caso di grandi quantità ma con consumo limitato, dividendola in più buste si può fare una cottura unica e consumarla al bisogno man mano.

Inoltre la zucca cotta sottovuoto non solo mantiene il suo gusto originale ma assorbe anche molto bene gli aromi eventualmente aggiunti in busta.

Ovviamente come già sai, in sottovuoto non c'è evaporazione della parte liquida, perciò non avrà un gusto concentrato come una zucca cotta nel forno, per esempio. Ma vale la pena provare perché viene veramente buona.

La cottura generalmente si fa a 86 °C però dipende sempre come intendi poi usarla, specialmente riguardo ai tempi.
Il primo beneficio è sicuramente la pastorizzazione, oltre al fatto che in caso di grandi quantità ma con consumo limitato, dividendola in più buste si può fare una cottura unica e consumarla al bisogno man mano.

Inoltre la zucca cotta sottovuoto non solo mantiene il suo gusto originale ma assorbe anche molto bene gli aromi eventualmente aggiunti in busta.

Ovviamente come già sai, in sottovuoto non c'è evaporazione della parte liquida, perciò non avrà un gusto concentrato come una zucca cotta nel forno, per esempio. Ma vale la pena provare perché viene veramente buona.

La cottura generalmente si fa a 86 °C però dipende sempre come intendi poi usarla, specialmente riguardo ai tempi.
 
Se il prodotto finale dev'essere una purea o una crema, puoi cuocerle finché non si sfaldano. Generalmente ci vogliono dai 90 minuti alle 2 ore se la tagli a cubi di 2-3 centimetri.

Se invece la tagli a uno spessore minore puoi guadagnare qualche decina di minuti, a patto che anche lo spessore delle buste sia ridotto.
 
  • Mi piace
Reazioni: Vittorio Pannelli