Se hai già un account accedi per vedere i contenuti riservati agli iscritti.
Se invece non sei tra i membri ma vorresti diventarlo, invia la tua candidatura per unirti a noi!
UNISCITI A NOI!

Paolo Dalicandro

Autore del post
Docente di cucina
56
130
In questo caso il sottovuoto mi è stato molto utile insieme all'essiccatore per insaporire una chips di mela che poi ho essiccato. Vi descrivo il procedimento che ho utilizzato, fatemi sapere che ne pensate e se avete consigli non esitate a darmeli.

Ho tagliato 2 mele con l'affettatrice ad uno spessore di 3mm, le ho immediatamente condizionate sottovuoto con 200g di campari, 30g di alchermes (l'ho utilizzato per aggiungere colore).
PXL_20210705_084058111.jpg
Poi le ho fatte riposare in frigorifero per 24 ore (è stato all'incirca il tempo necessario perchè alle mele scomparisse quasi tutta quella parte biancastra, quindi il liquido entrasse bene all'interno). Ecco il risultato

PXL_20210706_075933422.jpg
Dopo di che le ho scolate, le ho messe in essiccatore a 40°C per il tempo necessario a farle essiccare completamente, poi ho alzato la temperatura dell'essiccatore a 60°C per altre 3 ore in maniera che perdessero l'ultima parte di umidità e diventassero croccanti.PXL_20210706_080659635~2.jpg PXL_20210706_152322790~2.jpg
Appena pronte le ho messe da calde in barattolo (questo permette di conservarne la croccantezza).

P.S con il liquido avanzato, addizionato di zucchero in pari quantità al suo peso, sempre messo in essiccatore utilizzando delle vaschette di silicone ho fatto delle cialdine di zucchero rosso.

Grazie a tutti
 
Bell'esperimento Paolo, e gran bel post ricco di informazioni e foto! 😃
Complimenti! (y)(y)(y)

Hanno mantenuto bene il gusto del Campari dopo il passaggio in essiccatore?
Approfitto per chiederti anche se hai notato un prolungamento del tempo di essiccazione, rispetto a una mela al naturale dello stesso spessore. :)

Grazie per la condivisione! ❤️
 
Il sapore è rimasto molto, grazie all'essiccazione a 40°C che rispetta molto gli aromi, ecco il perchè ho usato i 60°C solo alla fine, per quanto riguarda il tempo mi hai fatto una bella domanda, devo sperimentare e poi ti saprò dire.
 
Certo Michele Rizzo , considera che le chips di frutta essiccate riprendono facilmente umidità quindi quando sono abbinate a un dessert bisogna fare attenzione a quanta acqua libera ha il piatto e dove viene messa, ti faccio un esempio, se inserita in una crema al burro o una mousse grassa e con aggiunta di gelatina la chips non si reidrata facilmente, ma se inserita in una crema pasticcera o in un gelato o granita si reidrata immediatamente. Poi se invece vuoi usare la polvere di puoi divertire ad usarla per decorare per aromatizzare(considera che la polvere che farai non è completamente solubile), oppure potresti farci un sorbetto, Qui trovi un post in cui parlo di come fare un sorbetto senza zuccheri aggiunti, proprio grazie alle polveri di frutta . Buoni esperimenti e aspetto qualche foto dei risultati.