Se hai già un account accedi per vedere i contenuti riservati agli iscritti.
Se invece non sei tra i membri ma vorresti diventarlo, invia la tua candidatura per unirti a noi!
UNISCITI A NOI!
Il dosaggio dipende dalla durezza dell’acqua che usi.

Per un’acqua da addolcitore portata a circa 6,5-7 °fH, ti posso dire che lo 0,2% di acido citrico è più che sufficiente. Sono circa 40g (più o meno 2 cucchiai da tavola) per la vasca da 25 litri, che però mediamente la si riempie con 18 litri di acqua. Per la mezza Gastronorm considera poco meno della metà.

Se invece usi un'acqua più dura o non hai l'addolcitore, ne serve ovviamente di più.
Però per trovare il dosaggio corretto per il tuo caso specifico, ti consiglio di aumentare la quantità di acido citrico gradualmente, fintanto che vedi depositi di calcare anche lievi. ;)
 
Grazie Marco per la spiegazione. Io purtroppo non ho l addolcitore ma l'acqua nella nostra zona è tra ,i 12 e i 18 gradi francesi che non sarebbe durissima però è poco stabile avvolte abbiamo misurato anche a 22 . Abbiamo fatto delle prove con il tecnico della lavastoviglie che aveva dei reagenti per la misurazione . Chiedo non avendo io i reagenti per la misurazione , che durezza di partenza ha la tua acqua ? Lo chiedo solo per regolarmi della percentuale di acido citrico di partenza , magari al momento propizio lo faccio misurare. Grazie
 
7 gradi è un ph neutro. C è una ragione perché non lo tiene a 0 gradi? Lo dico perché alcuni installatori mi hanno consigliato di mantenerlo a zero per lavastoviglie caldaie macchina del caffè ecc. Ma so anche che per alcune cose non va bene avere un'acqua acida. Comunque devo ancora affrontare questa spesa .un saluto a tutta la community
 
Domenico forse ti stai confondendo con la scala del pH, che va da 0 a 14.
Il valore del grado di durezza non necessariamente corrisponde al valore pH.
In ogni caso, un'acqua troppo addolcita diventa altamente corrosiva e danneggia le attrezzature. Meglio evitare! ;)
 
Si scusami ho confuso la durezza con il P.H. che sono andato poi a rivedere la differenza. Adesso so che la durezza esprima la concentrazione di ioni di calcio e di magnesio presenti nell'acqua. Ci sono varie tabelle, io mi sono confuso con i gradi francesi . Il p.h. invece misura l'acidità o basicita' di una soluzione acquosa . Questo però mi lascia comunque un dubbio avendo già un'acqua addolcita serve comunque una aggiunta di acido citrico? È una domanda che faccio anche se non ho l addolcitore
 
  • Mi piace
Reazioni: Marco Mandaliti
Il dosaggio dipende dalla durezza dell’acqua che usi.

Per un’acqua da addolcitore portata a circa 6,5-7 °fH, ti posso dire che lo 0,2% di acido citrico è più che sufficiente. Sono circa 40g (più o meno 2 cucchiai da tavola) per la vasca da 25 litri, che però mediamente la si riempie con 18 litri di acqua. Per la mezza Gastronorm considera poco meno della metà.

Se invece usi un'acqua più dura o non hai l'addolcitore, ne serve ovviamente di più.
Però per trovare il dosaggio corretto per il tuo caso specifico, ti consiglio di aumentare la quantità di acido citrico gradualmente, fintanto che vedi depositi di calcare anche lievi. ;)
Grazie Marco
 
  • Mi piace
Reazioni: Marco Mandaliti